Il Prof Giuliano Reboa è Chirurgo Colon-Proctologo c/o la Casa di Cura convenzionata San Camillo di Forte dei Marmi dal 2/1/2012 ed è stato Direttore presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino "Genova", dell'Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale ad orientamento specialistico per la cura delle Patologie del Colon-Retto-Ano dal 2001 al 31/12/2011. Vicario del dipartimento di Chirurgia dal 2005 al 2011 e Vice Presidente Nazionale della Società Italiana Unitaria di Chirugia Colon-Proctologica (S.I.U.C.P.) dal 2007 al 2011.
E' Autore ad oggi di 276 Pubblicazioni Scientifiche in ambito Colon-Proctologico e di 6 Libri.
continua
Un anno di Maserati Loves Prevention
Il Giornale interno di Maserati pubblica questo importante articolo sul progetto "Maserati loves prevention" che consiste in un intervento di prevenzione primaria su tutti i dipendenti dell'azienda modenese. Questa operazione di "Welfare aziendale avanzato "viene gestita da "G.G. Holding s.r.l.", società presieduta dal Prof. Giuliano Reboa,  La Società, leader nel settore del Welfare Aziendale,  si avvale della collaborazione di circa una trentina di medici  particolarmente preparati sulla prevenzione ed operanti su tutto il territorio nazionale

Novella 2000 - 12 Marzo 2015
"Emorroidi e stitichezza grave: chirurgia senza dolore"
Ormai anche le riviste non specializzate ma a larghissima tiratura riportano le scoperte del Prof. Giuliano Reboa.


Nuovo - 5 Febbraio 2015
"Le nuove tecniche mini invasive rendono gli interventi risolutivi e indolori"
Intervista del Prof. Giuliano Reboa sulle tecniche di Chirurgia senza Dolore per la cura del prolasso anale e delle emorroidi.


Salute gastrointestinale- Febbraio 2015
"Il nuovo approccio terapeutico per la patologia emorroidaria"
Intervista del Prof. Giuliano Reboa su Allegato del Corriere della Sera.

Un anno di Maserati loves prevention
Il Giornale interno di Maserati pubblica questo importante articolo sul progetto "Maserati loves prevention" che consiste in un intervento di prevenzione primaria su tutti i dipendenti dell'azienda modenese. Questa operazione di "Welfare aziendale avanzato" viene gestita da "G.G. Holding s.r.l.", società presieduta dal Prof. Giuliano Reboa, La Società, leader nel settore del Welfare Aziendale, si avvale della collaborazione di circa una trentina di medici particolarmente preparati sulla prevenzione ed operanti su tutto il territorio nazionale.
Vai alla rassegna Stampa
Convegno ESCP 2015- Società Europea di ColonProctologia
DUBLINO 22-25 Settembre 2015.

Il 23 Settembre 2015 il Prof. Giuliano Reboa, nell'ambito del Convegno Europeo di ColonProctologia svoltosi a Dublino, ha tenuto una conferenza dal titolo "Innovations in Circular Stapling Tecnology". In tale occasione il Prof. Reboa ha presentato con notevole successo una nuova suturatrice (CPH36SMS) da lui ideata per la cura della "Sindrome da Ostruita Defecazione"
Nuovi articoli in Rassegna Stampa
Inseriti nuovi articoli su diverse testate:
Il Secolo XIX - Salute gastrointestinale (allegato al Corriere della Sera) - Novella 2000 - Nuovo
Ormai anche le riviste non specializzate, ma a larghissima tiratura, come Novella 2000, riportano le scoperte del Prof. Giuliano Reboa.
Vai alla rassegna Stampa
Il Secolo XIX - 19 Gennaio 2015
Importante articolo dedicato al Prof. Reboa, dal titolo "Ho inventato un modo per curare senza dolore" che racconta la sua storia professionale,dagli inizi fino allo studio della suturatrice che permette di effetuare le operazioni di emorroidi evitando le recidive.
leggi l'articolo
"Incontri" - Tele Liguria Sud - 20-11-2014
Il video della trasmissione "Incontri", condotta da Enrico Colombo, su Tele Liguria Sud, durante la quale il Prof. Reboa ha presentato gli Ambulatori coperativi di La Spezia ("Spezia Salute")
guarda il video
Studio Sperimentale in Portogallo 13-17 Gennaio 2014
In tale occasione è stata per la prima volta utilizzata la CPH36SMS, confrontando i risultati ottenuti con le altre suturatrici sul mercato, realizzando l'intervento di Starr, per la cura della Ostruita defecazione. I risultati hanno dimostrato il grande progresso consentito dalla nuova suturatrica ideata dal Prof. Reboa.
guarda la photogallery
CCEA - Vila do Conde, Portogallo - 13-17 Gennaio 2014
Importante studio presso il Centro di Chirurgia Sperimentale Avanzata di Vila do Conde, in Portogallo.
In tale occasione è stata valutata una nuova suturatrice (CPH36SMS), ideata dal Prof. Reboa, che viene proposta per effettuare l'intervento di STARR, per la cura della Sindrome da Ostruita defecazione.
Link


1st International Congress on the "Multidisciplinary Managment of Pelvic Floor Diseases" Pisa, 17 Novembre 2016
In tale occasione il Prof. Giuliano Reboa modera una importante Tavola Rotonda dal titolo "High Volume Prolassectomy. State of the art and next steps"

Incontro Regionale Acoi. Rivoli, 11 Novembre 2016
Il Prof. Giuliano Reboa tiene una Conferenza sulle innovazioni nella Chirurgia del Prolasso Emorroidario

Terzo Incontro Nazionale Amici della Proctologia. Modena, 16-17 Giugno 2016
In tale occasione il Prof. Giuliano Reboa modera una importante Tavola Rotonda sulle "Innovazioni in Chirurgia Proctologica"

Missione a Riga (Lettonia) dal 13-16 Aprile 2016
Su invito dell'Università di Riga e di un gruppo di Cliniche Private, il Prof Giuliano Reboa tiene una serie di Conferenze sulla Chirurgia del Prolasso Emorroidario ed esegue inoltre 5 interventi chirurgici presso l'Università di Riga, in collegamento diretto col mondo accademico locale. La missione ottiene complessivamente un grande successo.

Convegno "Digestive Surgery: Training Managment and Innovative Tecnology in Surgery" Roma, 7-9 Aprile 2016
In tale Convegno il Prof. Giuliano Reboa ha comunicato i Risultati di un importante Studio Policentrico, da lui coordinato, sulla Chirurgia ad Alto Volume del Prolasso Emorroidario, in cui si dimostra l'abbattimento delle recidive sotto il 2% dei casi trattati

Prof. Giuliano Reboa

Le malattie colo-retto-anali costituiscono un problema particolarmente rilevante sotto il profilo economico-sociale, considerato che emorroidi, ragadi, fistole e stitichezza arrivano ad interessare fino all'80% della popolazione adulta del nostro paese.
Il consumo di farmaci e le giornate lavorative perse per la cura di questi disturbi rappresentano una voce di spesa assai importante alla quale lo specialista cerca di fornire risposte grazie al costante aggiornamento delle tecniche diagnosticoterapeutiche ed al progresso tecnologico-scientifico.
Negli ultimi anni, infatti, sono state introdotte importanti innovazioni tecnologiche che hanno permesso di eseguire interventi sempre più avanzati e conservativi, tali da limitare sensibilmente il dolore e le complicanze post-operatorie. 
Indubbiamente, l'uso di queste tecnologie impone un approfondimento super-specialistico del Chirurgo Generale tradizionale, in linea con quanto si sta verificando in molti settori della medicina.
Di fatto, i continui progressi maturati sotto il profilo scientifico e tecnologico hanno comportato una progressiva specializzazione di settore del Chirurgo Generale; oggi, infatti, la maggior parte delle grandi istituzioni sanitarie nazionali prevede, oltre ai reparti specialistici tradizionali, unità operative di Chirurgia Generale con orientamento in aree specialistiche che, essenzialmente, si riassumono nella Chirurgia d'Urgenza/Emergenza, nella Chirurgia Endocrina e Senologica, nella Chirurgia Epato-Bilio-Pancreatica ed in quella Colo-Retto-Anale.
La Chirurgia Colo-Proctologica, come modernamente intesa, è il risultato di un impegno professionale che implica un curriculum formativo che non può limitarsi alla patologia retto-anale, come nel caso del vecchio "Proctologo", ma che deve necessariamente estendersi al grosso intestino e agli organi addominali.
Di questo può a giusto diritto occuparsene solo chi abbia maturato un'adeguata preparazione chirurgica generale, cui vada ad aggiungersi un training colo-proctologico specifico. Si tratta, a tutti gli effetti, di una vera e propria ultraspecializzazione, come recentemente riportato in un'indagine condotta dall'American Board of Colon and Rectal Surgery per confrontare l'expertise di specializzandi in chirurgia colo-proctologica rispetto ai colleghi della chirurgia generale.
Su oltre 500.000 procedure chirurgiche prese in esame all'inizio degli anni 2000 è risultato che, già in fase di formazione accademica, gli specializzandi in chirurgia colo-proctologica svolgevano annualmente una mole di interventi colo-proctologici molto più elevata rispetto a quelli della chirurgia generale.
Al maggior volume di attività in settori specifici della chirurgia corrisponde non solo un miglioramento dei risultati in termini di riduzione delle complicanze e della mortalità postoperatoria ma anche, come ormai ampiamente dimostrato nelle neoplasie colo-rettali, una riduzione delle recidive tumorali associato ad un miglioramento sostanziale della sopravvivenza.
Proprio per questa ragione si è soliti affermare che il chirurgo rappresenta una variabile non trascurabile nel processo di cura del paziente. In linea con quanto precedentemente affermato, il primo obiettivo è stato quello di trasformare un reparto precedentemente orientato esclusivamente al settore proctologico in una Unità Operativa che, pur proseguendo la gestione in regime di day-surgery della patologia squisitamente proctologica quali emorroidi, ragade e fistole, prevedesse anche il trattamento integrato di problematiche di maggior complessità, come le malattie infiammatorie e neoplastiche del grosso intestino. Così, ad esempio, nell'ambito proctologico, sono state ampliate e diversificate le opzioni terapeutiche che, nel caso delle emorroidi, vanno dal trattamento combinato (elastocriotrattamento) eseguito in regime ambulatoriale per le emorroidi di IV grado, all'intervento tradizionale di emorroidectomia sec. Milligan-Morgan fino all'asportazione delle emorroidi con nuove soluzioni tecnologiche di sintesi vascolare; si esegue inoltre correntemente, in regime di ricovero ordinario, l'intervento di mucoprolassectomia sec. Longo.



Copyright © Prof. Giuliano Reboa - All rights reserved - P.IVA: 01521840999 - Tel. 0039.333.6530879 - reboa.giuliano@gmail.com  -  informativa sui cookie